akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

21 marzo 2011

1507. Altre orbite


Altre orbite

Il sole
dopo lungo cammino
arriva spento all'ultimo seno del cielo:
ha consumato i raggi durante la corsa
battuta dall'aria.

Ed è notte:
intorno alla terra e sulle acque
è ombra alta.

O forse quel turbine
si ripete invisibile
e per ignoti spazi
altre orbite accende.

Tito Lucrezio Caro
De rerum natura
V, 648-653

3 Comments:

  • At 21/3/11 8:20 AM, Anonymous Anonimo said…

    che bello rivederti.dopo tanto tempo: ero venuta qui solo per rileggere un pò, come facevo ogni tanto, trovavo riposo nella tua biblioteca, e nei tuoi innumerevoli stimoli e vedo che ci sei...con questo bellissimo pezzo di lucrezio, oggi giorno dedicato alla poesia.grazie.Maria Grazia

     
  • At 21/3/11 10:34 AM, Anonymous salvo saia said…

    Un ritorno tanto sperato, sono lieto. Su questo strano pianeta l'aria si è fatta più leggera.

     
  • At 21/3/11 12:42 PM, Anonymous Anonimo said…

    Sono molto contento che sei tornata, Clelia. Mi mancava davvero la tua persona dietro la scelta della citazioni e quella dei pezzi "liberi". Questo blog era un'isola di autonomia di pensiero, faceva meditare e a volte anche sognare. Quando è "cessato" se ne è avvertita l'importanza. E parlaci ancora dei tuoi viaggi...
    Tommy

     

Posta un commento

<< Home