akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

09 dicembre 2009

1444. Musicisti incomprensibili


La metafisica, l'etica, la religione e l'arte non producono conoscenza, ma manifestano soltanto il bisogno dell'uomo di esprimere il proprio sentimento della vita, il proprio atteggiamento emotivo e volitivo verso l'ambiente, verso la società, verso i compiti cui egli è dedito e verso le traversìe che deve sopportare, cosicché i metafisici non sono che dei musicisti senza capacità di suonare, senza uno strumento.

Il superamento della metafisica mediante l'analisi logica del linguaggio
Ed. UTET, Torino, 1978 (p. 529)

L'empirista non dichiara al metafisico: "Le tue parole affermano il falso", ma piuttosto: "le tue parole non affermano assolutamente nulla!". Egli non polemizza col suo interlocutore, ma si limita a dirgli: "io non capisco ciò che dici".

Positivismo e realismo
Ed. Il Mulino, Bologna, 1974 (p. 111)