akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

22 ottobre 2009

1434. L'assenza nell'avvenire presente


L'anticipazione dell'avvenire, la proiezione dell'avvenire, accreditate come l'aspetto essenziale del tempo da tutte le teorie da Bergson a Sartre, non sono altro che il presente dell'avvenire e non l'avvenire autentico [...]. L'avvenire è l'altro. La relazione con l'avvenire è la relazione stessa con l'altro. [...] La relazione con altri [autrui] è l'assenza dell'altro; non assenza pura e semplice, non l'assenza del puro nulla, ma l'assenza in un orizzonte di avvenire, un'assenza che è il tempo.

2 Comments:

  • At 22/10/09 1:35 PM, OpenID dautretemp said…

    Sartre è sempre un ottimo pungolatore di menti!

     
  • At 23/10/09 10:23 PM, Blogger JLBO said…

    Cette analyse, comme à l'accoutumée si pénétrante de Lévinas, rejoint d'une certaine manière celle de Lacan, "le désir de l'homme, c'est le désir de l'Autre" (l'altérité radicale, et donc "inimaginable" - au sens de la trilogie lacanienne du réel, de l'imaginaire et du symbolique).
    Permettez un sincère remerciement pour votre "blog".

     

Posta un commento

<< Home