akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

24 settembre 2009

1417. A margine di un pensiero sereno


E adesso, a che cosa ti puoi affidare?
A una sola cosa; a un'unica cosa: la filosofia.
E' lei che ti permetterà di conservarti [...] capace di agire senza intraprendere nulla a caso; [...] libero dal bisogno che altri facciano o non facciano una qualunque cosa...

II, 17

3 Comments:

  • At 25/9/09 12:00 AM, Anonymous Uriel said…

    il confine tra bisogno e desiderio sfuma in mille toni di grigio. Liberarsi dell'uno senza uccidere l'altro? Ora prevale la percezione del primo, ora quella secondo, soggetti al variare del tempo, ai capricci dell'umore, al grado di autostima, ai messaggi dell'ambiente. Siamo tutti nodi di una rete.

     
  • At 26/9/09 8:08 AM, Anonymous Anonimo said…

    Meraviglia!
    Caterina

     
  • At 27/9/09 11:07 PM, Blogger JLBO said…

    Vous êtes donc devenue scandinave !(mais toujours "incorrigiblement" philosophe...) Auguri.

     

Posta un commento

<< Home