akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

17 settembre 2009

1415. Dove tutto cambia, tu res(is)ti


Gli affetti non si ammalano, non sono aggressibili. E' solo il cervello, la sua chimica e la sua architettura che si alterano, si decompongono, e di conseguenza, generano i sintomi della follia.
[...]L'amore può essere imbavagliato, rinchiuso, imprigionato, ma rimane tale, puro, non si ammala, non impazzisce.
E' solo la mente, la chimica del cervello, la sua sconnessione, la causa della follia.


4 Comments:

  • At 18/9/09 12:08 AM, Blogger Gioacchino said…

    Ciao, Clelia.
    Sembra che tu abbia trascorso una bella estate. Così, spero. Ti ringrazio per avermi reso partecipe dei tuoi viaggi, insieme agli tuoi lettori, con i tuoi resoconti, i consigli di lettura e le fotografie.
    Non so di quale degenerazione del sentimento parli Tobino in questo romanzo che hai citato, ma credo che amare o non amare - dipende dall'attesa - possono essere anche da soli considerati malattie, squilibri. Voglio dire che qualunque cosa si intenda con "amore", la sua oggettivazione e la sua pressoché unica testimonianza avvengono ad opera di chi lo riceve, o si aspetta di riceverlo. L'elemento esterno, imprevedibile, dell'equazione amorosa, è introdotto dalla persona amata.

    Gioacchino

     
  • At 18/9/09 8:31 AM, Anonymous Anonimo said…

    e i malinconici ..
    ciao Ale

     
  • At 19/9/09 1:10 AM, Blogger Giovenale Nino Sassi said…

    Amare ?
    L’amore è innato… il male una possibilità e forse una scelta. Possiamo amare in tanti modi.
    Osservando i diversamente abili cioè le persone portatrici di handicap ho trovato sentimenti profondi, insospettabili.
    A volte la nostra presunta normalità non ci consente di comprendere gli altri, la loro diversità,
    …. Parlano lingue sconosciute, nuove… eppure così antiche!
    Così deve essere per la follia.

    Amare è vincere la paura di aprirsi all’altro….vincere il timore dell’ignoto che vive nel profondo dell’anima e della mente.

    Si sta come
    d'autunno
    sugli alberi le foglie

     
  • At 20/9/09 11:10 AM, Blogger Giovenale Nino Sassi said…

    Ciao Clelia,
    (che bel nome!) regaliamoci una buona domenica.
    Giovenale

     

Posta un commento

<< Home