akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

05 agosto 2009

1392. Senza respiro (verso il promontorio dell'immaginazione)


Domani tornerò a passeggiare per le piccole strade di Voe, poi su verso il Nord del Mainland fino a Brae e Mavis Grind dove su una piccola striscia di terra attraverserò il confine che divide l'Oceano Atlantico dal Mare del Nord. Arriverò poi a Hillswick dove sono attesa dalla mia guida d'eccezione, che questa volta mi ha promesso, oltre alla visita alla Riserva naturale, anche una passeggiata indimenticabile sul promontorio (uno dei luoghi rimasti ignoti nel viaggio precedente e che attendo da tempo di visitare).
Spero solo che il vento sia clemente, anche se ormai credo di aver fatto l'abitudine a quest'aria continua che - a volte - toglie il respiro (non solo in senso figurato).
Porto con me solo Leopardi, è strano eppure mi sembra così affine a questi luoghi, tanto che la sua lettura, così ampiamente conosciuta, mi pare rivelare lati nuovi che - incomprensibilmente - paiono essermi sfuggiti fino ad oggi.
Magari non è il luogo, forse è solo l'età...

°
Chi ha viaggiato gode questo vantaggio, che le rimembranze che le sue sensazioni gli destano, sono spessisimo di cose lontane, e però tanto più vaghe, suscettibili di fare illusioni, e poetiche. Chi non si è mai mosso, avrà rimembranze di cose lontane di tempo, ma non mai di luogo (che monta pur tanto che è più assai che nel teatro la scena), le sue rimembranze saranno sempre di cose, per così dire, presenti; però meno soggette all'immaginazione e quindi meno dilettevoli.

Giacomo Leopardi
Zibaldone

p. 4485

Etichette:

8 Comments:

  • At 5/8/09 7:24 PM, Blogger baotzebao said…

    Niente meno dell'Infinito s'apre allo sguardo dall'ermo colle di una vista consapevolmente distratta...

    E' pura gioia quella che condividi, Lady Clelia of the Northern Countries, grazie.

    L'entusiastico distratto Valerio

     
  • At 5/8/09 7:55 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Grazie a te, caro Valerio, per l'attenzione (non solo letteraria).

    Stammi bene.

    C.

     
  • At 6/8/09 1:31 AM, Blogger JLBO said…

    C'est très romantique, ce "pâtre promontoire" ! On imagine le vent sur la lande (à vous couper le souffle, dites-vous) et les bruyères... Les soeurs Bronte ? Victor Hugo ? Mais non, c'est toujours vers Leopardi que le coeur incline...Bon voyage ! (réel ou imaginaire)

     
  • At 7/8/09 11:56 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Ciao carissimo, e come sempre grazie per le tue attenzioni letterarie.

    A presto.

    C.

     
  • At 8/8/09 9:50 AM, Anonymous  said…

    In spirito , ma sono con te...Grazie per questa opportunità :-)

     
  • At 8/8/09 6:08 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Ciao carissima, sono io che ti ringrazio per la "partecipazione" al viaggio.

    C.

     
  • At 13/8/09 11:14 AM, Blogger Annarita said…

    Itinerari come quello che hai illustrato favoriscono il raggiungimento dell'essenza delle cose.

    Ho messo tra i preferiti il link a "Nature in Shetland", che mi tornerà utile per il mio blog di divulgazione scientifica:
    http://scientificando.splinder.com

    grazie.
    annarita

     
  • At 13/8/09 1:18 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Ciao Annarita, rinnovo il benvenuto e ti ringrazio per l'attenzione. Ho messo il tuo blog nel mio reader, così da poterne leggere gli aggiornamenti.

    A presto.

    C.

     

Posta un commento

<< Home