akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

24 luglio 2009

1384. La rara, ultima luce


...mi godo questa luce ultima
della fine senza fine.
Profonda
quanto più nel ritrarsi
pare scalfire.
Che non possiede,
che spossessa le cose e te,
riducendo all'osso e al bianco...


Preparativi per la villeggiatura
Ed. Amadeus, Padova, 1988


Etichette: