akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

02 luglio 2009

1369. Il momento giusto


Sono arrivata ieri pomeriggio a Bray, accettando finalmente l'invito di F.
Mi tratterrò un po' e poi - da qui - inizierò il mio personalissimo viaggio
"alla ricerca del tempo perduto".
Il momento della vita è quello giusto e questo "diario", come sempre, mi accompagnerà per testimoniarlo.

°
How many loved your moments of glad grace,
and loved your beauty with love false or true,
but one man loved the pilgrim soul in you,
and loved the sorrow of your changing face...


Etichette:

7 Comments:

  • At 2/7/09 7:39 AM, Anonymous Anonimo said…

    Carissima Clelia,
    scrivi che il momento della vita è quello giusto, come se il tempo, kronos, coincidesse sempre con kairos.
    Mi aiuti a capire il tuo pensiero?
    Caterina

     
  • At 2/7/09 11:28 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    E' molto semplice: mi basta inviarti al primo verso della Commedia dantesca (non al secondo, non al terzo, ma proprio - e solo - al primo).

    E' dunque una questione di chronos (vista l'età), quindi il kairós non c'entra (o, almeno, nello scrivere ciò che ho scritto, l'opzione riferita al "tempo debito" non l'ho nemmeno valutata, e - se l'ho fatto - ciò era del tutto inconsapevole).

    Affettuosamente,

    C.

     
  • At 2/7/09 5:39 PM, Anonymous Anonimo said…

    buon soggiorno irlandese. se puoi, procurati un ombrello :-)

    gugl

     
  • At 2/7/09 5:53 PM, Blogger picaro said…

    In Proust la Madeleine, un biscotto da inzuppare nel tè, porta in causa una forte carica di immaginazione sensoriale. Ma questo avviene perché lo scrittore, attraverso questo passaggio, questo sapore, questo momento, questa percezione riesce ad evocare nella sua scrittura, nel linguaggio un ricordo trasformando questa scrittura in recherche, ossia in ricerca. Solo se si verifica questo passaggio il cibo o qualsiasi altro oggetto possono rianimarsi. Altrimenti gli oggetti restano cose inerti, capaci di rianimarsi solo attraverso la nostra lingua.
    antonio prete - nostalgia

     
  • At 2/7/09 5:56 PM, Anonymous picaro said…

    ops !!!

     
  • At 2/7/09 6:01 PM, Anonymous Anonimo said…

    Grazie, Clelia.
    In un eccesso di astrazione avevo inteso ciò che hai scritto sul tempo della vita non più riferito al viaggio che hai intrapreso; avevo, insomma, letto il secondo periodo scisso dal primo.
    Pardon
    C.

     
  • At 2/7/09 6:07 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Stefano, già fatto.

    °

    Picaro, grazie, terrò presente la lezione.

    C.

     

Posta un commento

<< Home