akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

12 giugno 2009

1352. Il tempio ideale


Il mio ideale è una certa freddezza.
Un tempio che faccia da sfondo alle passioni senza interloquire.

5 Comments:

  • At 12/6/09 3:04 PM, Anonymous Anonimo said…

    Noto un parallelismo evocativo tra il pensiero di Ludwig ed il pensiero silenzioso di Clelia di questi giorni.
    Messaggio recepito.
    Grazie per averci ridato l'opportunità , nel nostro piccolo, di rinnovarti la nostra stima intellettuale.
    Hubert

     
  • At 12/6/09 11:46 PM, Anonymous Anonimo said…

    Condivido il pensiero di Hulbert, l’anonimo che mi precede … cioè la possibilità, nel mio breve, di rinnovare la stima per il tuo lavoro. Meriti molto...
    Mi domando se esisti veramente.

    GSN

     
  • At 13/6/09 8:51 AM, Blogger roberto.bonuglia said…

    Il consiglio è quello di non recidere complemetamente il sottole filo rosa che dona la possibilità a chi ama davvero la tua nobile impresa quotidiana di regalare pillole di ricchezza letteraria e filosofica. Nonostante tutto, lasciare questo spiraglio è qualcosa che serve. A noi soprattutto.

    RB

     
  • At 13/6/09 11:30 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Roberto caro, non ho alcuna intenzione di fare a meno della mia quotidiana "vie en rose". Vorrei tranquillizzarti.
    Quanto alla sua "utilità", essa ne ha molta anche per me, credimi.

    °

    Hubert, Giovanni, grazie a voi per i pensieri cortesi.
    Li ricambio.

    C.

     
  • At 15/6/09 6:35 PM, Anonymous Aliceinbrandland said…

    questa foto è meravigliosa. meravigliosa. meravigliosa.

     

Posta un commento

<< Home