akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

21 maggio 2009

1325. Pericolo frane


1325.1 L'ira è una follia di breve durata. [Epicuro, fr. 484 Us.; 86 Bri.]

1325.2 Il collerico è incapace di controllarsi, si dimentica del buon contegno e dei vincoli di parentela, cocciutamente impegnato a dare compimento alle proprie iniziative è chiuso ai consigli della ragione, sconvolto da futili motivi diviene incapace di distinguere la giustizia e la verità. Diventa in tutto e per tutto simile alle frane che si abbattono su tutto ciò che travolgono. [Seneca, De ira, I, 1, 2]

1325.3
L'ira, nella maggior parte dei casi, non è che l'inizio della follia. [Cicerone, Tuscolanae disputationes, IV, 44]