akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

14 aprile 2009

1265. Cose immeritevoli

Domandandogli un giorno in cosa consistesse la felicità, Demonatte disse: "Non è felice che l'uomo libero [...] e libero è chi non ha né timore né speranza [...]. In realtà le cose umane non meritano né speranza né timore: tutto finisce, il dolore come il piacere".
Luciano di Samosata - Vita di Demonatte, 20

Pubblicato con Flock