akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

05 marzo 2009

1203. La trama dei giorni sottili

Amedeo Modigliani - Ragazza con le trecce (1918)... La treccia se l'era annodata dietro la nuca. Nella foto non si vede. La treccia era molto bella, lucida, quando era sciolta le arrivava ai fianchi. Non se la taglierà per tutta la vita. Quando saranno già tutti morti – nuora, marito, figlio, fidanzata del figlio –, quando nel grande appartamento buio al primo piano saranno rimaste in due, lei e una bambina di otto anni, la sua nipotina, si riannoderà la treccia ogni mattina, invariabilmente. Di tanto in tanto la nipotina si inginocchierà sul pavimento, reggendo un giornale in una mano e le forbici nell'altra, e le pareggerà le punte dei capelli. Saranno sempre più sottili, sempre più tristi.

Pubblicato con Flock