akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

03 marzo 2009

1192. L'istante coincidente

La corrente del tempo1192.1 Si dice che il tempo passa o che scorre, quasi che ne percepissimo in qualche modo il fluire, quasi fosse la corrente di un grande fiume. Da un punto sulla nostra barchetta osserviamo l'acqua passare e gli eventi accadere. Il presente è una linea che attraversa il fiume e lo divide in due parti: a valle sta il passato che si allontana irrimediabilmente da noi, a monte il futuro che prima o poi arriverà. In questa concezione il presente è un particolare istante di tempo condiviso dall'insieme degli eventi attorno a noi nella corrente, cioè nell'universo. E' in quell'istante a cui ci riferiamo quando diciamo "ora". Specificare questo speciale istante qui e altrove significa, di fatto, identificare la realtà: il presente e la realtà coincidono.

1192.1.1 Proprio la corsa corre, fluisce / Il flusso, bello, l’ora: l’anello che disposa. / Deve l’occhio vedere, / impedite le mani: per i trenta / con tre anni, quasi, intanto che / la corsa corre, il salto salta, il salto corre, la corsa tende / e vive.

Pubblicato con Flock