akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

07 febbraio 2009

1108. Scepsi inconfutabile

Una vera confutazione dello scetticismo universale, in quanto si voglia coi suoi principi confutare chi lo professa, non è possibile. Convincere qualcuno vuol dire costringerlo a confessare che deve consentire a qualche proposizione prima negata, se non vuole essere in opposizione con quei principi che ammette; ma siccome lo scettico non ammette nessun principio, non può essere distolto dalla sua negazione.
Paolo Dezza > Filosofia > I, §2, 16

Pubblicato con Flock