akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

04 febbraio 2009

1100. Buon appetito

Alla base della conoscenza c'è una metafora alimentare. Proprio così. Sapere vuol dire anche "avere sapore" (e non a caso sapido vuol dire "saporito", ma anche "intelligente"...). E sono molte le espressioni linguistiche che confermano l'idea di questa metafora alimentare e che fanno riferimento all'idea di acquisizione del sapere come a una forma di "ingestione" (o, meglio ancora, di "digestione"): non si mastica forse una lingua straniera? E non si digerisce un concetto, mentre un altro ci resta del tutto indigesto? Si può arrivare anche ad assimilare una nozione e persino a divorare un romanzo...

Pubblicato con Flock