akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

09 gennaio 2009

998. La "sorpresa" evitabile

E se la guerra, fosse ogni volta una "sorpresa" per noi, come l'affronteremmo? Come rifletteremo sui suoi esiti? Di sicuro le nostre capacità di lettura si modificherebbero e l'oggetto-guerra ne uscirebbe fuori assai diverso, non più costretto in un principio ineluttabile e immobile di inevitabilità.

Pubblicato con Flock