akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

08 gennaio 2009

990. Lettere dalla zona interdetta [XXIII] Una misteriosa felicità

Mi guardi e mi chiedi perché sorrido senza un motivo apparente. Te lo dico io perché: perché sento come una specie di leggerezza indulgente, quasi una voglia di non pensare; è una sensazione di misteriosa felicità, che sta avendo la meglio su tutto il dolore e il senso di vuoto che regna là fuori.
Che questo sorriso leggero duri poco o molto, non importa, ci sarà sempre tempo - dopo, e se ne avremo voglia - di razionalizzare sul perché.
Per ora lascia che io rida così, leggermente, senza pensare.

°


XXII - XXI - XX - XIX - XVIII - XVII - XVI - XV - XIV
XIII - XII - XI - X - IX - VIII - VII - VI - V - IV - III - II - I

Pubblicato con Flock