akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

27 gennaio 2009

1071. Le imposture del passato

...il più delle volte i momenti che rimpiangi, mentre li vivevi erano poco meno che orribili. Non trasformare la tenerezza dolorosa e dolceamara del ricordo in una presunta felicità del passato. Il rimpianto è: "dovevo fare questo e non l'ho fatto: ormai è tardi". In questo non c'è via d'uscita. Ma la vera bellezza è questo momento di sofferenza limpida, di dolore ancestrale, in cui ti volti indietro ridendo e piangendo e ridendo ancora, rivedendoti com'eri, ingenua e giovane, e bada dolorosamente, e non felicemente ingenua e giovane...
I corsivi sono miei
Pubblicato con Flock