akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

22 gennaio 2009

1045. Prima visione

Quando la fantasia può elevarsi al di là di ogni immagine, quando la parola scritta evoca l'apparizione di uno "schermo invisibile" su cui proiettare non solo le immagini di ciò che leggiamo, ma anche di tutto quello che - di lì a poco - vorremmo leggere:
...Vi dico una impressione di lettura molto banale su cosa è stato “Guerra e pace” per me: leggere “Guerra e pace” ci vuole il suo tempo naturalmente, ma è come stare al cinema ininterrottamente per due mesi. Cioè è un piacere che non dà nessuna altra cosa al mondo!
Gli Scritti > Il prof. Guido Mazzoni cita, in una conferenza su "Guerra e pace "di L.Tolstoj, quello che ebbe a dire il prof. Guido Sacchi sullo stesso libro
Pubblicato con Flock