akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

19 gennaio 2009

1035. Chi le ha viste?

Queste tre "sorelle" mi pare non frequentino più da qualche tempo le strade delle città degli uomini:
...Sono ancora sorelle, Eunomia (il buon governo), Dike (la giustizia) e Irene (la pace), "auree figlie di Temi", ma il vincolo sororale è già vincolo politico in Solone: per lui esse custodiscono la città, tenendo lontane da essa hybris e koros, la prevaricazione e l'arroganza. Riferiti alla polis, hybris e koros sono mali tutti "politici": in essi si annida il germe della discordia civile (stasis). Politico - sempre per Solone - è il volto di Eunomia: la "figlia salvifica" di Temi.
La buona legislazione è un valore politico, e anche la giustizia lo è.
Prendendo spunto da questi due "poli" politici, Solone rappresenta il punto più alto di questa visione.
Anna Jellamo > Il cammino di Dike. L'idea di giustizia da Omero a Eschilo
Pubblicato con Flock