akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

14 gennaio 2009

1015. Lettere dalla zona interdetta [XXVI] Dove non ti aspetti

Ricordi quando parlammo per quasi una nottata del valore dell'ospitalità? Ebbene, tu facesti un riferimento chiaro e inequivocabile all'assonanza (dicesti proprio così) fra il tema dell'amicizia e quello della ricerca della verità. Oggi, sfogliando distrattamente delle vecchie pagine di Illich, mi sono imbattuta in questa conferenza (dal titolo molto intrigante, fra l'altro). Mi sono chiesta: l'avrà letta? So bene la tua scarsa simpatia per questo "stoico" moderno, però - come puoi notare - c'è qualcosa che accomuna la tua intuizione a quella del filosofo austriaco. Allora ho pensato che le strade che orientano verso la ricerca della verità sono varie, tortuose e spesso costellate di sorprese. Non le mie - ché il mio pensiero sull'argomento ha matrici scettiche "aride" e ben distinguibili -, piuttosto le tue, sempre fumosamente chiare e palesemente indefinibili...
E poi c'è quel riferimento all'ospitalità "liberale e agiata" che mi è caro e che ben si riaggancia a quel famoso "tema antico" di cui più volte ti ho parlato (e che mi apre - con te - scenari tutt'altro che imperseguibili...)
Comunque, a parte questo, leggi un po' qui e - se ne hai voglia - scrivimi cosa ne pensi.
[p.s. La porta del mio "laboratorio" è sempre aperta per gli "esperimenti", lo sai].
...L’ospitalità liberale e agiata è l’unico antidoto all’intellettualismo arido, una prospettiva acquisita nella ricerca professionale di un sapere fornito di garanzie oggettive. Io rimango convinto che la ricerca della verità non possa prosperare al di fuori del nutrimento della reciproca fiducia che sboccia nella dedizione all’amicizia. Per questo ho cercato di identificare il clima che incoraggia l’amicizia e l'aria condizionata che ne ostacola la crescita...

*Il documento (integrale) si apre in formato .pdf [da www.altraofficina.it, sito pregevole per la raccolta di testi di e su Ivan Illich]

°

XXV -
XXIV - XXIII - XXII - XXI - XX - XIX - XVIII - XVII - XVI -
XV - XIV - XIII - XII - XI - X - IX - VIII - VII - VI - V - IV - III - II - I

Pubblicato con Flock

3 Comments:

  • At 14/1/09 4:11 PM, Anonymous pessima said…

    Grazie per la segnalazione del sito con il materiale di Illich.

     
  • At 14/1/09 6:55 PM, Anonymous Luigi said…

    Non mi sembra infatti del tutto un caso che la più compiuta ricerca della verità si sia presentata come "amicizia del sapere"; il filosofo, come dicevano Deleuze e Guattari, è "l'amico del concetto".

     
  • At 14/1/09 9:25 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    pessima - Prego, carissima.
    Sono lieta che tu l'abbia apprezzato

    °

    Luigi, hai ragione.
    In effetti il nocciolo della questione è quasi del tutto etimologico (sia per la "filosofia" che per lo "svelamento" che essa persegue).

    Un saluto a entrambi.

    C.

     

Posta un commento

<< Home