akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

10 ottobre 2008

868. Un calcolo geniale...



Cercando di togliermi l'acqua
e poi la terra per la rincorsa e il volo,
facendo sì che i miei passi si incamminassero 
in un percorso obbligato
cosa pensavi di ottenere?
Davvero geniale il tuo calcolo...
Come vedi - nonostante tutto - non hai potuto
impedire a queste labbra di muoversi...

Osip Mandel'štam
da Les Cahiers de Voronej