akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

24 maggio 2008

745.

Non è per i suoi sentimenti personali, per i sentimenti scaturiti da particolari eventi della sua vita, che il poeta può risultare interessante o degno d'attenzione [...]. Il sentimento che dominerà nella sua poesia sarà invece molto complesso, ma non della complessità dei sentimenti di coloro che hanno sentimenti molto complessi o insoliti nella vita. Anzi, in poesia è un errore di eccentricità voler esprimere a tutti i costi i sentimenti umani nuovi; cercando la novità dove non può esserci si scopre il perverso.
Al poeta compete non di trovare nuovi sentimenti, ma di servirsi di quelli ordinari e, elaborandoli nella poesia, di esprimere sensazioni che non sono presenti nella realtà dei sentimenti [...].
La poesia non è un libero sfogo di sentimenti, ma un'evasione da essi; non è espressione della personalità, ma un'evasione dalla personalità. E' naturale, però, che solo chi ha personalità e sentimenti sappia che cosa significhi volerne evadere.

Thomas Stearn Eliot
da Tradizione e talento individuale



Alba, figlia del pianto, ricomponi la stanza
nella sua pace di cosa grigia,
nel suo ordine il cuore. Tanta notte
chiedeva a questo fuoco di calmarsi e finire...
La fiamma sopra queste tavole fatta cenere
crescerà altrove in un'altra chiarezza?
Alba, solleva, prendi questo volto senz'ombra
e colora a poco a poco il tempo ricominciato.

Yves Bonnefoy

da Poesia francese del Novecento
Ed. Bompiani, 1985
[versione dal francese di Diego Valeri]