akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

17 maggio 2008

740.


Socrate: E che errore abbiamo commesso, secondo te, straniero, nelle nostre analisi concettuali?
Straniero: Lo stesso errore, Socrate, che si compie quando si tenta di dividere in due il genere umano, e lo si divide come fa la maggioranza della gente da queste parti. Da un lato si pone la razza ellenica, intesa come un'unita isolata dal resto del mondo; dal lato opposto si pongono tutte le altre razze, prese in un solo fascio, benché siano infinite e spesso tra loro estranee o discordanti. E poiché si dà loro il nome unitario di "barbari" si pensa, in virtù di questa stessa denominazione unitaria, che sia unitaria anche la loro razza.

Platone
Politico
§ VI, 262-263a

°

Ay niña
yo te encuentro
solita por la calle...


4 Comments:

Posta un commento

<< Home