akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

10 maggio 2008

733.


Abbiamo una costituzione che non emula le leggi dei vicini, in quanto noi siamo più d'esempio ad altri che imitatori. E poiché essa è retta in modo che i diritti civili spettino non a poche persone, ma alla maggioranza, noi questo sistema lo chiamiamo democrazia; di fronte alle leggi, per quanto riguarda gli interessi privati, a tutti spetta un piano di parità, mentre per quanto riguarda la considerazione pubblica nell'amministrazione dello Stato, ciascuno è preferito a seconda del suo emergere in un determinato campo e per il suo reale valore, non per la provenienza da una determinata classe sociale. E per quanto riguarda la povertà, se uno può fare qualcosa di buono alla città, non ne è impedito dall'oscurità del suo rango sociale.
Liberamente poi viviamo nei rapporti con la comunità, e in tutto quanto riguarda il sospetto che sorge dai rapporti reciproci nelle abitudini giornaliere, noi non ci adiriamo con il vicino se questi fa qualcosa secondo il suo piacere, se questo suo piacere riguarda la sua persona senza infliggere molestie agli altri...
Amiamo il bello, ma con semplicità, e ci dedichiamo al sapere, ma senza ostentazione; adoperiamo la ricchezza più per la possibilità di agire, che essa offre, che per sciocco vanto di discorsi, e la povertà non è vergognosa da ammettersi per nessuno... E per quanto riguarda la nobiltà d'animo, noi ci comportiamo in modo opposto a quello della maggioranza: ci procuriamo gli amici non già col ricevere i benefici ma con il farne... E siamo i soli a beneficare qualcuno senza timore, non tanto per aver calcolato l'utilità del benefici ma per la fiducia che abbiamo in ogni uomo libero.

Dal discorso di Pericle
in morte dei primi caduti ateniesi

da La guerra del Peloponneso
di Tucidide
Libro II, § 37-40

2 Comments:

  • At 10/5/08 12:37 PM, Anonymous Domenico Fina said…

    Oggi 10 maggio compio 39 anni; Confucio alla domanda "che cos'è un miracolo ?" rispondeva "un uomo di 80 anni", ecco cos'è un miracolo. Quante peripezie bisogna superare per giungere a 80 anni; io, secondo la logica di Confucio, sarei un mezzo miracolo.

     
  • At 10/5/08 1:52 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Per essere precisi, secondo la logica matematica di Peano e Frege (un po' distante da quella di Confucio...) saresti in realtà:

    1/2m-1.

    Comunque auguri.

    C.

     

Posta un commento

<< Home