akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

09 maggio 2008

732.


Cuore, tu e io stanotte

faremo a gara per dimenticarlo

Tu scorderai la gioia che provasti
io cercherò di non pensare alla luce
con cui mi illuminò


E poi avvisami - ti scongiuro -
quando tutto sarà finito
affinché io possa cercare
di tornare a vivere

E fai presto
per favore
perché fino a quando indugi
io sarò condannata a ricordarlo

Emily Dickinson
da The Complete Poems

°

...But I miss you most of all, my darling...


6 Comments:

  • At 10/5/08 9:38 AM, Anonymous Anonimo said…

    Quante volte ho fatto questa richiesta nelle lunghe nottate insonni, ma ragione e sentimento, non riescono proprio ad andare daccordo in me.
    Bellissima grazie.
    Nemo

     
  • At 10/5/08 11:20 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Forse è giusto sia così, Nemo.

    Intendo dire che la ragione e il sentimento occupino due piani separati della nostra vita; se così non fosse, non apprezzeremmo - forse - fino in fondo la "linearità" coerente dell'una e la "tempestosità" (apparentemente) aporetica dell'altro.

    Stammi bene.

    C.

     
  • At 10/5/08 9:14 PM, Blogger claudioguidi said…

    Mi è capitato, una volta dimenticato (superato) quel dolore così forte, di avere addirittura nostalgia di esso come se rappresentasse la cartina tornasole della mia capacità di amare. E' come se dolore e amore fossero due facce di una stessa medaglia, una volta è testa l'altra volta è croce.

     
  • At 10/5/08 9:20 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Credo che, tuo malgrado, tu abbia centrato il bersaglio.

    Magari sarebbe meglio che la moneta restasse sospesa in aria, senza cadere giù mai.

    Ma questo non può accadere. Mai

    E la gravità non c'entra.

     
  • At 13/5/08 8:13 AM, Anonymous Alice said…

    Che bella! Anche io (come chiunque al mondo, per una volta almeno) mi sento così. Ho la sensazione di aver svuotato l'intestino ed ho un appetito costante che nessun cibo sazia. Bulimia. E' sorprendente come un amore possa rendere bimbi e poi... si torna grandi di colpo e ci si dice: toh! Buongiorno! Ora sei libera, puoi far quel che vuoi, e quel che vuoi diventa d'un tratto la consapevolezza di aver perso definitivamente un pezzo importantissimo di te. Ciao Clelia, la tua capacità di selezionare spunti di riflessione è unica. Ti abbraccio e ti auguro una buona giornata. Ale

     
  • At 13/5/08 11:26 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Grazie a te, carissima.

    Ritrovarti qui e condividere con te versi e pensieri mi è sempre molto caro.

    Ricambio il buon auspicio.

    A presto,

    C.

     

Posta un commento

<< Home