akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

30 aprile 2008

723.

Né le qualità socievoli, né le affezioni benevole che sono naturali all'uomo, né le virtù reali che egli è capace di acquistare con la ragione e con l'abnegazione, sono il fondamento della società, ma ciò che noi chiamiamo male in questo mondo, male morale o naturale, è il gran principio che ci fa creature socievoli, la solida base, la vita e il sostegno di tutti i commerci e gli impieghi senza eccezione. Per conseguenza, se il male cessasse, la società si avvierebbe al suo dissolvimento.

2 Comments:

  • At 30/4/08 2:19 PM, Anonymous Julia said…

    Ciao. Non ricordo quale giro ho fatto per arrivare fino a te però ti ho letta con piacere.. In particolare mi piacciono le foto che inserisci.. Sono tue?
    Buona giornata
    Julia

     
  • At 30/4/08 2:47 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Alcune sì.

    Ricambio il buon auspicio e ti ringrazio per il passaggio.

    C.

     

Posta un commento

<< Home