akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

19 aprile 2008

715.

Eppure mostrarsi col capo velato
vicino a una statua, andare visitando gli altari
non è religione: non è religione cadere
distesi per terra; alzare verso i marmi
le palme aperte delle mani, sporcare
col sangue di forti animali le are
o intrecciare senza sosta voti su voti.
E' religione, semmai, poter guardare
con la mente tranquilla l'immenso
della materia.

Tito Lucrezio Caro
De rerum natura, V, 1198-1203
Versione dal latino di Enzio Cetrangolo
Ed. Sansoni, 1950



Io preferirei, usando tutta la franchezza possibile, vaticinare nell'indagine della natura ciò che a tutti gli uomini è utile, anche se nessuno mi dovesse comprendere, piuttosto che, assentendo ai pregiudizi, cogliere il fitto applauso che mi venisse dalle folle.

Epicuro
dalle Opere [6, 29]
Edizione (e versione) a cura di Graziano Arrighetti
Ed. Einaudi, 1960

4 Comments:

Posta un commento

<< Home