akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

31 marzo 2008

687.



Se a voltarmi più non ti vedo
chi di noi due manca,
chi dal suo pensiero un fatto
ha visto correre sì veloce
da spingersi oltre le nebbie
dei morti che guardano indietro?

Se a voltarmi più non ti vedo
chi di noi due manca?
Col suo povero arredo
di morto
chi di noi due imbianca lontano
dalla sua voce?

°


Forse se ascolti, al limite del giorno,

brulla di pietra perché splenda il cielo
straniero delle rondini, la patria
torna nel canto che pareva amore.

Torna dai lumi del veliero il mondo,
parola che stupì, come nel soffio
caldo del vento era la notte un bacio,
un cuore appena franto dal suo bene.