akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

28 marzo 2008

678.

E' dunque la poesia
un momento taciuto nella neve
che si scioglie

una luminaria, un brivido che corre
nella luce
occupa lo spazio
e vive d'infinito.

Benito Sablone
da Che sia d'autunno