akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

14 marzo 2008

646.

Il mondo che conosciamo non è rappresentanto in verità dalle cose, bensì dalle nostre prospettive proiettate sulle cose... e dunque il bosco è per il contadino solo un aggregato di alberi, per il cacciatore una riserva dove cacciare, per il braccato un rifugio, per il viaggiatore un posto dove ristorarsi, per il bambino qualcosa di infinito e arcano nel quale potrebbe perdersi e non trovarsi più...

Franz Petermann
(con Reinhold S. Jäger)
Psychologische Diagnostik