akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

11 marzo 2008

644.

Non ci sono risposte, soltanto scelte.

da Solaris
di Andrej Tarkovskij

15 Comments:

  • At 11/3/08 9:21 PM, Blogger babilonia61 said…

    L'importante è esserci.

    Rino, bentornata.

     
  • At 11/3/08 10:46 PM, Anonymous aitan said…

    scelgo di fermarmi a riflettere e non commentare null'altro

     
  • At 11/3/08 11:07 PM, Blogger amalteo said…

    nel silenzio della notte:
    http://amalteo.wordpress.com/2008/03/11/i-notturni-di-nina-simone/

     
  • At 11/3/08 11:12 PM, Anonymous Graziano Spinosi said…

    Clelia cara,
    mi sono emozionato ritrovandoti qui e mi ha fatto impressione osservare come, quando stavo cercando un brano dal film “Nostalghia” su You Tube -a corredo dell’ultimo mio post-, tu avessi da poco linkato “Solaris”. Me ne sono accordo dopo. Un'involontaria e gradita coincidenza. Ti auguro ogni bene.
    Graziano

     
  • At 11/3/08 11:51 PM, Anonymous maurizio said…

    ciao clelia,
    è da più di un anno che ti seguo.
    non ti ho mai lasciato commenti.
    mi è sembrato opportuno ora lasciare da parte per un momento la mia timidezza, per dirti che, a me come ad altri tuoi lettori, ci sei mancata!
    buona continuazione.

    maurizio

     
  • At 12/3/08 6:39 AM, Anonymous gabriele said…

    Bentornata!

     
  • At 12/3/08 7:38 AM, Anonymous draculia said…

    Ben ritornata dalle silenziose lande.Un abbraccio a te ed un saluto a quel bel lago.
    Qualsiasi siano e saranno le tue scelte sò che qui ti ritroverò, comunque.

     
  • At 12/3/08 10:36 AM, Blogger Dama Verde said…

    Bentornata davvero!

    Si era formato un vuoto con la tua assenza.

    Ciao.

     
  • At 12/3/08 12:40 PM, Anonymous giulia said…

    Bentornata Clelia, un abbraccio. Giulia

     
  • At 12/3/08 1:42 PM, Anonymous Anonimo said…

    Tutto e il contrario di tutto: ma che cialtroneria. Peggio di un minestrone surgelato. Ma come fate a divertirvi così? ah non vi divertite?

     
  • At 12/3/08 2:35 PM, Anonymous Anonimo said…

    Il tuo blog fà schifo. sei una senza Dio e il Signore ti punirà. Chi ti segue mi fà pena.

     
  • At 12/3/08 4:09 PM, Blogger gabrilu said…

    Uellahaah! Sei tornata. Per la verità non avevo mai dubitato, del tuo ritorno. Questione di tempo, e qui tornerà. Me lo sapevo.

    E dunque non mi sono strappata i capelli, quando ti sei eclissata in dissolvenza accompagnata da Mina. Ti ho immaginata persino (pensa te) con un bel boa di struzzo attorno al collo: secondo me ti sta benissimo, un bel boa di struzzo. Hai mai provato?

    E' stato molto divertente vedere come in tanti eccellentissimi blog hanno celebrato la tua (virtuale) dipartita con pensosi e seriosi e ponzosi post e leggere di tanti pianti ed alti lai e discorsi simil-funerari per la serie che manco Catullo, tanto per intenderci.

    Si. Mi sono molto divertita. E secondo me ti sei divertita molto anche tu, anche se non l'ammetteresti mai.

    Beh, che dire. Son contenta che sei tornata.

    Ciao Clelia e scusa l'impertinenza. Lo so che il tuo è un blog serio e che certe cose non si dovrebbero non solo dire ma manco pensare...

     
  • At 12/3/08 5:08 PM, Anonymous Graziano Spinosi said…

    Per anonimo
    (mi scuso con Clelia per l’intromissione):
    poiché appartengo a quelli che da tempo seguono con vivo interesse e gratitudine questo blog mi sento chiamato in causa. Anche io desidero farLe pena; il Suo fegatoso signore, glielo comunichi, dovrebbe punire anche me. Come un libro, un film, come ogni opera, un blog è animato da chi lo scrive e da chi lo legge. Per questa ragione (di appartenenza), sento di dovermi dunque consegnare al castigo da assegnare a chi si ponga domande intorno all’esistenza, dalla prima era glaciale al “minestrone surgelato”. Immagino Lei non abbia dubbi, io sì. Mi permetta di ricambiare la pena che prova.

    Graziano Spinosi

     
  • At 12/3/08 7:14 PM, Blogger alexandra said…

    Bentornata, Clelia.
    Alessandra

     
  • At 12/3/08 10:15 PM, Anonymous Anonimo said…

    sig. Spinosi lei non capisce niente come la 'signora' che scrive questo blog. Che Dio vi perdoni a tutt'e due. Leggo che chiude e sono contento, Dio nella sua potenza pensa a tutto Lui.

     

<< Home