akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

18 febbraio 2008

639.


Attraverso l'evocatio il comandante in capo dell'esercito romano, in epoca repubblicana, invitava gli dèi protettori di una città avversaria ad abbandonare il luogo di origine e a trovare ospitalità a Roma, dove sarebbero stati più degnamente onorati con la costruzione di templi ben più adeguati al loro rango.
Noto, con con una punta di soddisfatta meraviglia, che l'antico rito è stato ripristinato, segno evidente che la tradizione vince ogni incerta innovazione e che, comunque, le "nuove" formazioni politiche hanno radici antiche...

13 Comments:

Posta un commento

<< Home