akatalēpsía

o degli infiniti ritorni

11 febbraio 2008

627.


Dov'è l'uomo che possiede un'evidenza incontestabile della verità di tutto ciò che sostiene, o della falsità di tutto ciò che condanna, e può dire di aver esaminato fino in fondo tutte le opinioni sue e quelle degli altri uomini? La necessità di credere senza sapere, spesso in base a ragioni molto labili, in questo stato fluttuante di azione e cecità in cui ci troviamo, dovrebbe renderci più occupati e attenti a informarci attentamente che a costringere gli altri a credere in qualcosa.

John Locke
Lettera sull'intolleranza

627.1


John Locke sostenne che coi "papisti", cioè con i cattolici, non ci si poteva permettere di essere tolleranti. Forse perché pensava che a loro - che ancora oggi considerano "liberalismo", "empirismo", "relativismo" delle parolacce - non piaceva neppure l'idea dell'esistenza di opinioni che non potessero condividere.

Armando Massarenti
dalla prefazione a
John Locke, Vita e pensiero
ed. Il Sole 24 ore, 2007

4 Comments:

  • At 11/2/08 8:49 PM, Blogger SiG said…

    Cara Clelia, avrei bisogno di scriverti una mail, ma non conosco il tuo indirizzo. Ti chiedo la gentilezza di farmi uno squillo. Grazie.

    Simone.
    cocciaguzzidibottiglia@hotmail.it

    BREVIARIODELCAOS.blogspot.com

     
  • At 12/2/08 2:35 AM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Caro Simone,

    mi spiace, ma come ho più volte scritto qui nei commenti, non corrispondo privatamente.

    Per questo il mio indirizzo mail non è inserito nel blog.

    Ciao.

    Clelia

     
  • At 12/2/08 8:11 PM, Anonymous giulia said…

    Trovo Locke di un'attualità incredibile. "questo stato fluttuante di azione e cecità in cui ci troviamo, dovrebbe renderci più occupati e attenti a informarci attentamente che a costringere gli altri a credere in qualcosa". Sembra quasi che chi non segue questa strada dovesse trovare un modo non solo per affermarsi, ma per affermarsi sull'altro e dominarlo. Un segno, in fondo, di grande debolezza. Grazie per lo splendido lavoro che fai per chi ti legge, Giulia

     
  • At 12/2/08 8:42 PM, Blogger Clelia Mazzini said…

    Grazie a te, Giulia.

    Sei sempre molto cara.

    A presto,

    C.

     

Posta un commento

<< Home